Struttura della Proposizione  i Complementi  i Complementi Indiretti del Verbo  di Origine



• di Origine (e Avverbiale) •

Se riprendi il testo proposto, ti rendi presto conto che il complemento indica da dove qualcuno/qualcosa viene. Potresti giustamente obiettare che stessa funzione ha il complemento di moto da luogo. In questo caso tuttavia sottolineo l'inizio di un movimento che presuppone, espresso o no, un percorso ed un arrivo; il complemento d'origine, invece, non presuppone un percorso.

Ad esempio, Lambrusco di Sorbara mi dice che quel vino viene da una determinata area, ma non c'è l'idea di un viaggio. Certo verrà esportato e venduto in molte aree diverse, ma questo è un altro piano. Se ti dico invece "il treno da Milano", posso non esplicitare per dove sia il treno, ma è implicito che da qualche parte dovrà arrivare, cioè che si tratta di uno spostamento da/a.

Lo stesso vale con i nomi di persona: Leonardo da Vinci è probabile che tu o molti tuoi compagni lo abbiate preso per un semplice cognome. In effetti molti complementi d'origine sono diventati poi dei cognomi, ma Vinci è un luogo e mi indica la terra da cui venne la famiglia di Leonardo, non il fatto che Leonardo si sia messo in viaggio da Vinci verso un altro luogo.

 Quindi, possiamo riassumere dicendo che il complemento d'origine indica da dove una cosa/persona ha origine, ed è introdotto dalle preposizioni da/di.


a cura di: Arnoldi-Paini IIS Aldini     revisione del: 2017-02-28 22:30:29
collegamenti:
Elementi del Lessico>la Preposizione>la Morfologia della Preposizione>Derivazione